15 aprile 2014

Black & White Wednesday # 125



Sanhita of Pocket full of Spices is hosting this week BWW,  
please email your entries to pocketfullofspices AT gmail DOT com 




asparagus bouquet 
 Green Asparagus Bouquet











here is always a free place to host a week,
check out the host line-up here and sign in for yours
or e-mail me to casacortella AT tin DOT it

We have a group on Flickr if you'd like to join and share your pics,
hashtag #BWFood on Twitter. 

14 aprile 2014

Velykos Pyragas - Pane Pasquale Lituano - Lithuanian Easter Bread


la ricetta in italiano qui


The most traditional Easter bread in Lithuania, a semi-sweet bread, will be perfect for breakfast or brunch, as it goes well with salty foods like cheese and ham too.



velykos pyragas-pane pasquale lituano-lithuanian easter bread



For Lithuanians Christians, Easter (Velykos) is the most important sacred holiday.
Here you can have a look and read about Easter traditions in Lithuania, starting on Palm Sunday (it was yesterday), making a decorative verbos to bring to church to be blessed.
Holy Thursday and Friday are dedicated to clean homes, washing everything, believing it will bring good health and abundant harvests to the household, and ward off fleas and evil spirits.
Butthe most famous tradition is held on Holy Saturday, dedicated to painting and ornating Easter eggs (margučiai) and to the preparation of the luscious Easter buffet.
Watch this beautiful about Lithuanian artists decorating margučiai via both techniques: etching and painting. As the film concludes, you’ll see the egg rolling game, one of the funniest family tradition (more interesting info and viodeos here).







My loaf is a little too golden, a little less would be better, so be more careful in baking as I was, but on the other hand, my oven has turned 26 and might be forgiven :-) ... waiting for a new one.



velykos pyragas-pane pasquale lituano-lithuanian easter bread



For a loaf you need:

500/550 g all-purpose flour 
220 g warm milk
70 g sugar or sugar cane
2 eggs, beaten *
a pinch of salt
half a bag dry yeast 
4 tbs melted butter

70 g light raisins
a plum-cake mold about 23x13cm.

 * you will use only three-quarters for the dough, a quarter will go for brushing the bread before baking


Follow the instructions for dry yeast: in case it requires to be activated, put it in a glass with 30 g of warm water and half a teaspoon of sugar and let it bibble for about ten minutes.
In the stand-mixer bowl pour flour and sugar and begin to knead at low speed, adding yeast (activated) and milk, little by little .
Then add a pinch of salt and beaten eggs, when well amalgamated add the butter. At last add raisins.
Knead until dough is smooth, mine was very very soft, but do not add more flour, or just a little bit.
Helping with a spatula, transfer the dough onto the working surface, shape into a ball (if necessary grease your hands with butter) and place in a lightly greased bowl, cover and let rise until doubled.
Deflate the dough and shape into a loaf.
Line the mold with parchment paper, place the loaf into and let rise covered until doubled.
Brush the surface with leftover beaten egg and bake at 170/180° for about 45/50 minutes, toothpick test will say it's ready.
Transfer to a wire rack and let cool completely before slicing.





This recipe is my personal entry to WHB #428
hosted by Lucia from Torta di Rose
both for English and Italian edition.
Thanks again to Haalo who manages greatfully all events,
to Bri for Italian edition.
Thanks again to Kalyn for her successfull idea!

 
 
 
This recipe also goes to Susan's weekly YeastSpotting.

13 aprile 2014

Velykos Pyragas - Pane Pasquale Lituano - Lithuanian Easter Bread



Buona Domenica delle Palme!


English recipe here


L'Abbecedario della Comunità Europea ha sostato in Lituania in questi giorni passati, ospiti di Angela.
Mancano pochi giorni a Pasqua, oggi si celebra la Domenica delle Palme e così ho voluto provare questo pane dolce pasquale tipico di questo paese.



velykos pyragas-pane pasquale lituano-lithuanian easter bread



E con una piccola ricerca sul web sono riuscita a sapere qualcosina in più riguardo le tradizioni pasquali dei lituani (altre info in inglese e ulteriori video qui):

Per i lituani cristiani, la Pasqua (Velykos) è la più sacra delle feste. Arriva dopo 40 giorni cupi di Quaresima e segna la resurrezione di Gesù Cristo. Ogni primavera, i lituani commemorano la Passione di Cristo assistendo alle funzioni religiose per tutta la Settimana Santa, cominciando con la Domenica delle Palme, a seguire si celebrano il Mercoledì Santo, il Giovedi Santo, il Venerdì Santo, Sabato Santo ed infine la Domenica di Pasqua.
Mentre i riti ecclesiastici di queste giornate sono paragonabili a quelli di altri paesi, molte tradizioni pasquali non strettamente legate alla liturgia sono tipicamente lituane.
Una di queste tradizioni si osserva la Domenica delle Palme. In molte parti del mondo, le chiese forniscono ai loro parrocchiani rami di palma o di olivo. In Lituania i fedeli portano le palme intrecciate fatte in casa per essere poi benedette. Poiché il clima locale è troppo freddo per le palme, i lituani decorano rami di piante del loro territorio a somiglianza delle palme (in lituano verbos) per questa domenica speciale. Assomigliano più a dei piccoli bouquet che a veri e propri rami di palma, e solitamente sono fatti con rametti di ginepro, vischio, salice piangente, salice e vimini, decorati con fiori secchi coloratissimi.
Il Giovedi Santo, i lituani usano pulire le proprie case con forza e vigore per garantire un successivo anno di abbondanza e di buona salute. Si lavano e puliscono i pavimenti, le finestre, le dispense, le stufe e la lavanderia in preparazione anche del Venerdì Santo. Al di là di portare buona salute e raccolti abbondanti per la famiglia, questo rituale di pulizia di primavera è utile anche per allontanare pulci e spiriti maligni.
Il Sabato Santo è dedicato alla pittura delle uova di Pasqua (margučiai) e alle prepararazioni culinarie per la festa domenicale. Le uova di Pasqua tradizionali lituane sono colorate con tinture naturali estratte da cortecce, foglie, frutta e verdura.
Ma sono più famose le margučiai decorate, che possono essere dipinte o intagliate a mano, creando magnifiche opere d'arte. Per la pittura a mano, si usano le punte di aghi e altri oggetti taglienti per decorare modelli complicati con cera calda. Poi, dopo che la cera è indurita, si immergono le uova nella tintura colorata. Una volta asciutte, le uova vengono riscaldate e poi pressate delicatamente con un telo o della carta per rimuovere la cera e rivelare così il disegno. Per l'intaglio a mano, non viene utilizzata cera ma si immergono le uova dapprima nel colore, quindi si asciugano, e si incidono i disegni sui gusci con dei punteruoli finissimi. Entrambi i metodi richiedono talento artistico e molta pazienza per un  risultato straordinario.
In Lituania, Nonna Pasqua (Velykų Senelė) porta uova e dolcetti ai bambini. Spesso i bambini si preparano per il suo arrivo, lasciando in giardino tra i cespugli dei nidi per le uova fatti in casa. La mattina di Pasqua, appena svegli vanno in cerca dei preziosi margučiai nascosti.
Il buffet lituano pasquale è un pranzo sontuoso, in netto contrasto con il digiuno quaresimale senza carne. Si abbonda con vassoi opulenti di maiale arrosto, prosciutto al forno, agnello, vitello, salsicce, anatra al forno e arrosto di pollo. Se l'agnello non rientra nel menu, si modella il burro o il formaggio nella forma di agnello e servito come simbolo pasquale. Le carni vengono abbinate a formaggi fatti in casa, uova sode, funghi trifolati o alla crema, kugelis, pane di segale, insalate assortite, e rafano. Anche il vino abbonda così come una vasta selezione di dessert panosi: panini ai semi di papavero, alle noci, torte al miele, all'uva passa e/o frutta secca.

Una tradizione lituana pasquale prevede che prima di mettersi a tavola, il padrone di casa taglia a fette un uovo sodo in tanti pezzi quanti sono gli ospiti e passa il piatto lungo il tavolo per condividere questo uovo con tutti: questo gesto simbolico di condivisione si dice porterà armonia e unità alla famiglia.

Un'altra tradizione è l'uovo che rotola. I giocatori puntellano l'estremità di uno scivolo tondo ricavato da una corteccia o legno (o cartone in tempi moderni), in un angolo del terreno. Si alternano poi a rotolare un uovo giù per lo scivolo con l'intento di toccare l'uovo di un altro giocatore. Se ci riescono, vincono entrambe le uova. Vince il giocatore con il maggior numero di uova alla fine del gioco.
 
Di seguito un bellissimo video di artisti lituani che decorano le uova, sia con incisione che pittura. A fine video il gioco dell'uovo che rotola.






Questo è un pane semidolce, sarà perfetto per la colazione o la merenda, anche con cibi salati.
Il mio è un pochino troppo abbronzato, sarebbe meglio più dorato, quindi meglio essere un pochino più precisi in cottura della sottoscritta (d'altra parte, il forno 26enne comincia a fare i capricci :-).



velykos pyragas-pane pasquale lituano-lithuanian easter bread



Ingredienti:

500/550 g di farina 0
220 g di latte tiepido
70 g di zucchero, anche di canna
2 uova sbattute *
un pizzico di sale
mezza bustina di lievito secco
 4 cucchiai di burro fuso

70 g di uvetta gigante chiara
uno stampo da plum-cake 23x13

* se ne userà solo tre quarti per l'impasto, un quarto servirà per pennellare il pane prima di infornarlo


Seguire le indicazioni del lievito secco: se richiede un'attivazione, metterlo in un bicchiere con 30 g di acqua tiepida e mezzo cucchiaino di zucchero e lasciarlo attivare per una decina di minuti.
Nella ciotola dell'impastatrice mettere la farina e lo zucchero, iniziare ad impastare a velocità bassa ed aggiungere il lievito (attivato) e il latte a filo.
Aggiungere anche il pizzico di sale e le uova sbattute, quando si saranno amalgamate aggingere anche il burro.
Per ultimo unire anche l'uvetta, tagliuzzata grossolanamente.
Impastare fino ad ottenre un impasto omogeneo ed elastico, il mio era molto morbido.
Con l'aiuto di una spatola ribaltarlo sul piano di lavoro, pirlarlo (se necessario ungersi le mani col burro) e metterlo in una ciotola leggermente imburrata, coprire e lasciare lievitare fino al raddoppio.
Sgonfiare l'impasto e trasferirlo ancora sul piano di lavoro e dargli la forma di filone.
Rivestire lo stampo con carta forno, adagiare il filone dentro e lasciare lievitare coperto fino al raddoppio.
Pennellare la superficie con l'uovo sbattuto avanzato ed infornare a 170/180° per circa 45/50 minuti, fare la prova stecchino prima di sfornare.
Trasferire su una gratella e lasciare raffreddare completamente prima di tagliarlo.






  Questo pane partecipa anche alla raccolta Panissimo, creata da Barbara di Bread & Companatico e Sandra di Indovina chi viene a cena?, ospitata questo mese da Barbara.








This recipe is my personal entry to WHB #428
hosted by Lucia from Torta di Rose
both for English and Italian edition.
Thanks again to Haalo who manages greatfully all events,
to Bri for Italian edition.
Thanks again to Kalyn for her successfull idea!

Template Design | Elque 2007